[ Salta al contenuto della pagina ]

Access key definite:
Vai alla pagina iniziale [H]
Vai alla pagina di aiuto alla navigazione [W]
Vai alla mappa del sito [Y]
Passa al testo con caratteri di dimensione standard [N]
Passa al testo con caratteri di dimensione grande [B]
Passa al testo con caratteri di dimensione molto grande [V]
Passa alla visualizzazione grafica [G]
Passa alla visualizzazione solo testo [T]
Passa alla visualizzazione in alto contrasto e solo testo [X]
Salta alla ricerca di contenuti [S]
Salta al menù [1]
Salta al contenuto della pagina [2]

Sezione contenuti:

[ Salta al menù ]

Dettaglio procedura

Questa funzionalità permette di visualizzare i dati della procedura selezionata, compresi i documenti relativi al bando, ovvero ai documenti che sono richiesti ai concorrenti. Premendo il pulsante "Lotti" si accede alle informazioni di dettaglio dei lotti facenti parte della procedura.
CONTENUTO AGGIORNATO AL 24/06/2020

Sezione Stazione appaltante

REGIONE SICILIANA SOPRINTENDENZA BENI CULTURALI AMBIENTALI
Montalbano Giuseppe

Sezione Dati generali

RESTAURO, RECUPERO E ADEGUAMENTO FUNZIONALE DEL PALAZZO MILO-PAPPALARDO SEDE DELLA SOPRINTENDENZA BB.CC.AA. DI TRAPANI E DELLE SALE ESPOSITIVE E SALA CONFERENZA - CIG : 82353455AE - CUP : G92C17000000001
Lavori
Procedura aperta
Prezzo più basso
828.715,35 €
15/05/2020
19/06/2020 entro le 13:00
G00171
Conclusa - Aggiudicata

Sezione Documentazione di gara

Sezione Documentazione richiesta ai concorrenti

Busta amministrativa
Busta economica
  • Offerta economica

Sezione Comunicazioni della stazione appaltante

  • Pubblicato il 24/06/2020
    Provvedimento di approvazione del verbale di gara - Provvedimento protocollo n. 7781 del 24 giugno 2020 - Approvazione verbale di gara
  • Pubblicato il 18/06/2020
    R: RICHIESTA CHIARIMENTO - No! La procedura di gara telematica non prevede detta possibilità.
  • Pubblicato il 16/06/2020
    R: imposta bollo - No. La procedura di gara telematica non prevede detta possibilità.
  • Pubblicato il 15/06/2020
    R: RICHIESTA CONFERMA DICITURA SCADENZA DISCIPLINARE DI GARA - Con riferimento al quesito posto si conferma, giusta previsione di cui al punto IV.2.2) Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione del bando di gara, per come ribadita a pagina 2 del disciplinare di gara, che il termine ultimo per la proposizione delle offerte è fissato per le ore 13,00 del 19/06/2020. In tal senso si precisa che cennato termine ultimo è riportato anche nell'estratto di gara pubblicato sulla GURS n. 20 del 15/05/2020.
  • Pubblicato il 15/06/2020
    R: Richiesta chiarimento Versamento ANAC - Il versamento del contributo in favore dell'ANAC è dovuto. Infatti l'articolo 65 del D.L. n. 34 del 19 maggio 2020 recante le "Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all'economia, nonchè di politiche sociali connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19", recependo la richiesta formulata dall'ANAC con la Delibera n. 289 del 01/04/2020, testualmente recita: "Le stazioni appaltanti e gli operatori economici sono esonerati dal versamento dei contributi di cui all'articolo 1, comma 65, della legge 23 dicembre 2005, n. 266 all'Autorità nazionale anticorruzione, per tutte le procedure di gara avviate dalla data di entrata in vigore della presente norma e fino al 31 dicembre 2020. Orbene è di tutta evidenza che il discrimine che consente l'esenzione dal pagamento è stato individuato dalla data di entrata in vigore di cennato D.L. In tal senso si ricorda che la normativa in parola è pubblicata nella G.U.R.I. n. 128 del 19/05/2020 e che a mente dell'articolo 266, comma 1, ".....entra in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana......
  • Pubblicato il 15/06/2020
    R: chiarimenti polizza - Riguardo al quesito posto si rinvia a quanto espresso dal punto V.3.1.5 del bando di gara ossia: La garanzia provvisoria e la dichiarazione di impegno devono essere sottoscritte da un soggetto in possesso dei poteri necessari per impegnare il garante ed essere prodotte in una delle seguenti forme: - documento informatico, ai sensi dellarticolo 1, lett. p) del D.Lgs. 7 marzo 2005 n. 82 sottoscritto con firma digitale dal soggetto in possesso dei poteri necessari per impegnare il garante; copia informatica di documento analogico (scansione di documento cartaceo) secondo le modalità previste dallarticolo 22, commi 1 e 2, del D.Lgs. 82/2005. In tali ultimi casi la conformità del documento alloriginale dovrà esser attestata dal pubblico ufficiale mediante apposizione di firma digitale (articolo 22, comma 1, del D.Lgs. 82/2005) ovvero da apposita dichiarazione di autenticità sottoscritta con firma digitale dal notaio o dal pubblico ufficiale (articolo 22, comma 2, del D.Lgs.82/2005)
  • Pubblicato il 22/05/2020
    R: SOPRALLUOGO - La lex specialis di gara non prevede il sopralluogo obbligatorio. Nel caso in cui un Operatore economico voglia effettuare il sopralluogo non verrà rilasciato alcun attestato.
  • Pubblicato il 22/05/2020
    R: Categoria OS 2-A - No. Preliminarmente si ricorda che i lavori rientranti nella categoria OS 2-A hanno un importo di 150.060,30 ed incidono sull'importo complessivo della base d'asta per il 18,1%. Si segnala poi che la categoria scorporabile OS 2-A rientra tra le categorie così dette SIOS (strutture, impianti e opere speciali) di cui allarticolo 89, comma 11, del D.Lgs. 50/2016 per come elencate allarticolo 2 - Elenco delle opere per le quali sono necessari lavori o componenti di notevole contenuto tecnologico o di rilevante complessità tecnica del D.M. 248/2016 recante il Regolamento recante individuazione delle opere per le quali sono necessari lavori o componenti di notevole contenuto tecnologico o di rilevante complessità tecnica e dei requisiti di specializzazione richiesti per la loro esecuzione, ai sensi dellart. 89, co. 11, del d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50. Orbene in ragione di cennata normativa, nel caso di categorie specializzate SIOS (come la OS 2-A) nel bando, oltre alla prevalente, sono indicate quelle scorporabili di importo superiore al 10% del valore complessivo della base d'asta o superiori ad 150.000 euro. Ed ancora qualora, come nel caso di specie, l'importo della scorporabile supera il 10% del totale dei lavori, ai sensi del combinato disposto degli articoli 89, comma 11 e 105, comma 5, del D.Lgs. 50/2016 e delle previsioni del D.M. 248/2016, il subappalto non può superare il 30% dell'importo della singola categoria.

[ Torna all'inizio ]