fun

[ Salta al contenuto della pagina ]

Access key definite:
Vai alla pagina iniziale [H]
Vai alla pagina di aiuto alla navigazione [W]
Vai alla mappa del sito [Y]
Passa al testo con caratteri di dimensione standard [N]
Passa al testo con caratteri di dimensione grande [B]
Passa al testo con caratteri di dimensione molto grande [V]
Passa alla visualizzazione grafica [G]
Passa alla visualizzazione solo testo [T]
Passa alla visualizzazione in alto contrasto e solo testo [X]
Salta alla ricerca di contenuti [S]
Salta al menù [1]
Salta al contenuto della pagina [2]

Sezione contenuti:

[ Salta al menù ]

Dettaglio procedura

Questa funzionalità permette di visualizzare i dati della procedura selezionata, compresi i documenti relativi al bando, ovvero ai documenti che sono richiesti ai concorrenti. Premendo il pulsante "Lotti" si accede alle informazioni di dettaglio dei lotti facenti parte della procedura.
CONTENUTO AGGIORNATO AL 25/01/2023

Sezione Stazione appaltante

SOCIETA' PER LA REGOLAMENTAZIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE RIFIUTI PALERMO PROVINCIA EST SOCIETA' CONSORTILE PER AZIONI
Giuffrè Nunzio

Sezione Dati generali

Procedura aperta ai sensi dell'art. 60 del decreto legislativo n° 50/2016 e s.m.i. Affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti ai sensi dell'art. 15 della Legge Regionale n. 9/2010 e ss.mm. ii. per 6 Comuni nel territorio della SRR Palermo Provincia Est- Importo complessivo dell'appalto 14.709.505,52 - CIG : 9440796750
Servizi
Procedura aperta
Offerta economicamente più vantaggiosa
14.709.505,52 €
23/11/2022
04/01/2023 entro le 13:00
G00476
In aggiudicazione

Sezione Documentazione richiesta ai concorrenti

Busta amministrativa
  • Domanda di partecipazione ( Mod .1) ed eventuale procura
  • DGUE (Mod.2)
  • Dichiarazione integrativa (Mod.3)
  • Dichiarazione integrativa per gli operatori economici ammessi al concordato preventivo con continuità aziendale di cui allarticolo 186 bis del r.d. 16 marzo 1942, n. 267
  • Documentazione in caso di avvalimento
  • Documentazione ulteriore per i soggetti associati
  • PASSOE relativo al concorrente; in aggiunta, nel caso in cui il concorrente ricorra all'avvalimento anche il PASSOE relativo all'ausiliaria
  • Ricevuta di pagamento del contributo a favore dell'ANAC come previsto dal bando di gara con indicato il CIG di riferimento.
  • Garanzia Provvisoria con allegata dichiarazione di impegno di un fideiussore di cui allart.93, comma 8 del Codice; come previsto dal bando di gara con indicato il CIG riferimento;
  • Dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 inerente il possesso di certificato di iscrizione all'Albo Nazionale Gestori Ambientali
Busta tecnica
  • Offerta tecnica contenente, a pena di esclusione, una relazione tecnica completa di tutti gli elementi atti a definire compiutamente il servizio offerto.
  • Piano di Sicurezza e DUVRI
Busta economica
  • Offerta economica

Sezione Comunicazioni della stazione appaltante

  • Pubblicato il 25/01/2023
    comunicazione data della seduta pubblica di insediamento della commissione giudicatrice - D'ordine del Presidente, si comunica che la seduta pubblica di insediamento della Commissione giudicatrice si terrà il giorno 3 febbraio 2023 alle ore 10,00 presso i locali dell'Urega territoriale di Palermo siti in via ugo antonio amico, n., 19, palermo
  • Pubblicato il 23/01/2023
    pubblicazione verbale di gara della Commissione di gara - pubblicazione verbale di gara della Commissione di gara
  • Pubblicato il 22/12/2022
    Comunicazione n. 11 del RUP - Sono pervenute da parte di un Operatore Economico le seguenti richieste: 1.QUESITO N. 1 - Per il comune di Pollina nel progetto tecnico non sono indicate le modalità di svolgimento dei servizi. Con la risposta ad un precedente quesito si rimanda a pag 24 del progetto tecnico dove è riportato il calendario attuale dei servizi. In merito a ciò si chiede di confermare che la raccolta dei metalli (lattine) deve essere svolta con la plastica. 2.QUESITO N. 2 - Per il comune di Campofelice di Roccella per l'anno 2021 non risulta presente nessun dato relativo alla produzione del vetro. Si chiede riscontro in merito. 3.QUESITO N. 3 - Al punto 7 del progetto tecnico si indica il numero dei mezzi previsti per ciascun comune, unitamente al costo unitario annuo relativo alla singola tipologia di automezzo. Si chiede di fornire le schede di calcolo che generano il costo annuo degli automezzi indicati dalle quali si possano evincere in maniera chiara le seguenti informazioni: Costo di acquisto del singolo automezzo Percorrenza annua stimata Costo del carburante Costi di manutenzione 4.QUESITO N. 4 - Considerando che sono gli enti a sottoscrivere specifiche convenzioni con i consorzi di filiera per la spettanza dei proventi derivanti dalla cessione dei rifiuti differenziati e che spettano ai singoli enti i costi derivanti dallo smaltimento delle diverse frazioni (cfr. capitolato generale), si chiede di indicare gli impianti di destino delle diverse frazioni merceologiche e le distanze progettuali di riferimento che portano al calcolo delle percorrenze minime annuali, in funzione della produzione dei rifiuti attesa e delle frequenze di raccolta. A titolo esemplificativo infatti, si chiede di indicare le modalità di gestione della frazione secca residua (indifferenziato) nel comune di Pollina, dove la frazione residuale alle utenze commerciali deve essere raccolta tutti i giorni (cfr. progetto tecnico pag. 24/66). stato previsto che un automezzo effettui il trasporto di quanto raccolto a decine di km dal comune di Pollina? Si chiedono chiarimenti in merito. 5.QUESITO N. 5 - All'art.27 del capitolato speciale d'appalto si legge: Qualora si verificassero modifiche in ordine alla localizzazione degli impianti di destinazione per i rifiuti differenziati e/o indifferenziati rispetto a quelle indicate nel presente Capitolato, assunte a riferimento nella determinazione dei costi e del prezzo del servizio posto a base d'appalto, che comportino variazioni di distanze, i relativi maggiori o minori costi saranno determinati applicando il parametro di riferimento pari a 0,15 per ogni tonnellata e per ogni chilometro. A detto corrispettivo sarà in ogni caso applicato il ribasso offerto in sede di gara. Si rappresenta che nessuna indicazione chilometrica è presente all'interno dei documenti progettuali. Si chiede di chiarire rispetto a quale distanza massima sarà applicato il suddetto paramento (0,15/ton km). In merito si comunica quanto segue: 1.Con riferimento al quesito punto 1 si conferma che, attualmente, nel comune di Pollina la raccolta dei metalli (lattine) e della plastica viene effettuata in maniera congiunta; 2.Con riferimento al quesito punto 2 si comunica che nella tabella di pagina 17 di 66 del Pro-getto tecnico è presente l'informazione richiesta; 3.Con riferimento al quesito punto 3 si comunica che le schede di analisi prezzi non possono essere fornite. I costi unitari rappresentati nel Progetto tecnico derivano da analisi prezzi dedotte da indagini di mercato; 4.Con riferimento al quesito punto 4 si comunica che i siti di conferimento posti a base di calcolo sono quelli già indicati nel Progetto tecnico. Le modalità di organizzazione del servizio, comprese le frequenze di accesso nei siti di con-ferimento, rimangono nell'alea decisionale dell'operatore economico. 5.Con riferimento al quesito punto 5 si comunica che il calcolo dei maggiori o minori costi relativi all'eventuale modifica della localizzazione dei siti di conferimento avverrà applicando 0,15/tonxKm al prodotto tra il peso dei rifiuti trasportati e la differenza chilometrica tra i siti di conferimento presenti nel Progetto tecnico e i nuovi siti di conferimento. Si conferma che al corrispettivo verrà applicato il ribasso offerto in sede di gara.
  • Pubblicato il 22/12/2022
    Comunicazione n. 10 del RUP - Sono pervenute da parte di un Operatore Economico le seguenti richieste: 1.Al punto 6 dell'allegato 3 progetto tecnico, dotazione organica, si riporta il personale in dotazione ai singoli comuni. La somma dei singoli costi indicati nelle tabelle presenti restituisce come importo circa 1.779.712,44 annui. Nel quadro economico riportato sempre nello stesso elaborato alla pagina 34/66, il costo annuo del personale è stimato in 1.823.272,60. Si chiede di motivare tale differenza di costo. 2. Attesa la motivazione di cui al precedente quesito che porta il costo annuo del personale a 1.823.272,60, si fa presente che il costo del personale è stato calcolato impiegando il costo medio addetti servizi ambientali, aziende pubbliche e private dicembre 2018 (UTILITALIA/FISE). All'epoca in cui veniva bandito il presente procedimento, le tabelle del lavoro impiegate nella formazione del costo erano di gran lunga superate e sostituite da quelle con aggiornamento marzo 2019. Considerando il costo annuo indicato di 1.823.272,60, il confronto tra tale costo e quello ricavato con impiego delle tabelle del lavoro 2019, che dovevano essere impiegate, mostra che al valore di 1.823.272,60 mancano circa 69.714,00. Infatti, il costo complessivo della manodopera (applicando FISE marzo 2019) a parità di addetti presenti e relativi livelli contrattuali è pari a 1.892.986,60. Pertanto detto, si chiede di: 2.1.Motivare l'impiego di tabelle del lavoro 2018 per un procedimento pubblicato nel 2022. 2.2.Indicare in che modo la stazione appaltante intende coprire tale sostanziosa differenza. 3.Alla luce dell'imminente firma del nuovo CCNL, con adeguamento contrattuale del costo del lavoro, si chiede conferma che i costi relativi alla manodopera saranno adeguati secondo gli aggiornamenti previsti. 4.4. Si chiede conferma che nel computo delle 100 pagine complessive previste per la presentazione della relazione tecnica possano essere esclusi indice ed eventuale testata. 5. Al criterio 3.1 di valutazione delle offerte si legge: Per impiego di veicoli con alimentazione elettrica, ibrida, metano o GPL. Saranno attribuiti cinque punti ai progetti che prevederanno che almeno il 50% del totale dei veicoli abbiano tali alimentazioni. Agli altri che non raggiungeranno tale valore saranno attribuiti punteggi proporzionalmente inferiori. Si chiede di chiarire se il 50% degli automezzi richiesti viene rapportato al numero di mezzi impiegati dal singolo concorrente o vi è un altro metodo non altrimenti specificato. 6.6. Si chiede di indicare in maniera chiara quale periodo si intende per periodo estivo, in quanto non sempre indicato nella pianificazione dei servizi. 7.Al punto 15 del disciplinare di gara si indica che nell'offerta tecnica, ovvero nella relazione devono essere indicati diversi contenuti (circa 10 punti, tra i quali modalità organizzative dei servizi per ciascun comune, ottimizzazione dei trasporti, monitoraggio dei servizi, piano sicurezza e DUVRI). Considerando che solo il piano della sicurezza e il DUVRI possono essere redatti a parte come allegati alle 100 pagine previste, si chiede di chiarire in che modo indicare e descrivere quanto richiesto nel disciplinare di gara atteso che il numero di pagine (100) da impiegare per presentare la relazione tecnica è abbastanza limitato, considerando che la procedura comprende 6 comuni. 8.Sempre in relazione a quanto indicato nel punto 15 del disciplinare di gara, si legge che L'offerta tecnica dovrà prevedere il rispetto delle specifiche tecniche di cui al paragrafo 4.3 del D.M. 13.02.2014 Criteri ambientali minimi per l'affidamento del servizio di gestione dei rifiuti urbani pubblicato sulla G.U.R.I. dell11.03.2014 n. 58 serie generale ed in particolare il rispetto delle seguenti condizioni, [omissis]. Le condizioni indicate sono essenzialmente dichiarazioni di impegno nel rispetto dei singoli CAM (es. schede tecniche attrezzature e automezzi, relazione tecnico metodologica sulla riduzione dei rifiuti ecc.). Si chiede conferma che tali dichiarazioni possano essere redatte e presentate come elaborati allegati alla relazione tecnica in quanto risulta impossibile inserire tale documentazione all'interno dalla stessa. 9.Considerando la complessità della presente procedura e il particolare periodo in cui ricade la scadenza, si chiede a codesto spettabile ente la possibilità di spostare la scadenza della stessa di qualche settimana, onde consentire una maggiore e più ampia possibilità di partecipazione In merito si comunica quanto segue: 1.Con riferimento al quesito punto 1 si rinvia alla Comunicazione n. 3 del RUP; 2.Con riferimento al quesito punto 2 si comunica che, come previsto negli atti di gara, il CCNL di riferimento è UTILITALIA e pertanto il progetto è stato redatto con le ultime tabelle ministeriali disponibili, tuttora pubblicate sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Sezione Analisi economiche e costo del lavoro - Settore igiene ambientale. Le tabelle sono state rese pubbliche mediante D.D.n.7/2019 del 01/02/2019. 3.Con riferimento al quesito punto 3 si comunica che la revisione prezzi è disciplinata dal punto 3.3 del Disciplinare di gara, così come riscontrabile anche nel resto della documentazione di gara. 4.Con riferimento al quesito punto 4 non si conferma quanto richiesto e si rinvia alla Comunicazione n.8 del RUP; 5.Con riferimento al quesito punto 5 si conferma che il valore del 50% degli automezzi richiesti verrà rapportato al numero dei mezzi impiegati dal singolo concorrente; 6.Con riferimento al quesito punto 6 si comunica che, come rilevabile dal Progetto tecnico e al netto delle rispettive specificità territoriali ivi descritte, per periodo estivo si considerano i mesi di giugno, luglio, agosto e settembre; 7.Con riferimento al quesito punto 7 si rinvia al punto 4 della Comunicazione n.6 del RUP; 8.Con riferimento al quesito punto 8 si rinvia alla Comunicazione n.8 del RUP; 9.Con riferimento al quesito punto 9 si comunica che la richiesta di spostare la scadenza della procedura non può essere accolta e peraltro, si evidenzia la necessità di aggiudicare l'appalto nel più breve tempo possibile in quanto tutti i Comuni sono già in regime di proroga tecnica.
  • Pubblicato il 20/12/2022
    Comunicazione n. 9 del RUP - Sono pervenute da parte di un Operatore Economico le seguenti richieste: 1.QUESITO 1 Si chiede se nei Comuni di Campofelice di Roccella, Lascari, Collesano, Isnello e Gratteri in fase di consegna delle attrezzature da parte degli attuali gestori sia stata creata una banca dati con l'associazione dei contenitori alle singole utenze e, in caso affermativo, se la stessa sarà resa disponibile al gestore subentrante. 2.QUESITO 2 Si chiede se eventuali allegati grafici allegati alla Relazione Tecnica verranno computati nel limite delle 100 pagine disponibili. 3.QUESITO 3 Si chiede la trasmissione dei provvedimenti autorizzativi dei CCR di Campofelice di Roccella, Lascari e Collesano nonché eventuali regolamenti per la gestione. In merito si comunica quanto segue: 1.Con riferimento al quesito punto 1 si comunica che i Comuni di Campofelice di Roccella e Lascari hanno comunicato che è stata creata una banca dati con l'associazione dei contenitori alle singole utenze che potrà essere fornita al gestore subentrante, ove la richiedesse. I Comuni di Collesano, Isnello e Gratteri hanno comunicato che non è stata creata una banca dati con l'associazione dei contenitori alle singole utenze; 2.Con riferimento al quesito punto 2 si rinvia alla Comunicazione n. 8 del RUP; 3.Con riferimento al quesito punto 3 si comunica che le informazioni richieste possono essere acquisite nella fase di sopralluogo contattando gli Uffici dei rispettivi Comuni.
  • Pubblicato il 20/12/2022
    Comunicazione n. 8 del RUP - E' pervenuta da parte di un Operatore Economico la seguente richiesta: Con riferimento alla risposta pubblicata con comunicazione n.6 del RUP e pubblicata il 13/12/2022, relativamente alle modalità di presentazione della offerta tecnica siamo a chiede-re ulteriori chiarimenti. Punto 1) Considerato che i limiti editoriali sono questi richiamati con la suddetta risposta, siamo a chiedere in che modo debbano essere presentati i documenti richiesti base gara e di seguito riepilogati: 1. pag.19 e 20 del capitolato speciale d'appalto sono richiesti elaborati cartografici per i servizi di spazzamento e di raccolta; 2. pag.36 e 37 del disciplinare di gara è richiesto il rispetto delle specifiche tecniche di cui al paragrafo 4.3 del DM 13.02.2014, che comporta la presentazione di dichiarazioni; relazione tecnico-metodologica e schede tecniche di mezzi e attrezzature. 3. Pag.37 e 38 del disciplinare di gara è richiesta una dichiarazione per eventuali parti dell'offerta tecnica coperte da riservatezza. Ad ogni buon fine si evidenzia che: 1. relativamente agli elaborati cartografici, avremmo almeno una pagina per Comune e per tipologia di servizio (n.1 pagina per i servizi di raccolta e n.1 pagina per i servizi di spazzamento) quindi almeno 12 pagine; 2. relativamente alla relazione tecnico metodologica e le schede tecniche avremmo oltre 40 pagg. pertanto non è pensabile comprimere tali documenti all'interno delle 100 pagine dedicate alla relazione tecnica, in quanto ridurrebbero di molto lo spazio utile invece alla descrizione dettagliata dei servizi offerti, compromettendo la bontà dell'offerta tecnica. In merito si comunica quanto segue: A parziale modifica di quanto chiarito con la Comunicazione n. 6 del RUP si comunica che gli elaborati cartografici per i servizi di spazzamento e di raccolta richiesti alle pagine 19 e 20 del CSA, le dichiarazioni, la relazione tecnica metodologica e le schede tecniche di mezzi ed attrezzature richiesti alle pagine 36 e 37 del Disciplinare di gara e l'eventuale dichiarazione richiesta alle pagine 37 e 38 del Disciplinare di gara, dovuta-mente catalogate e /o numerate, esulano dal computo previsto dai criteri editoriali stabiliti a pagina n. 37 del Disciplinare di Gara.
  • Pubblicato il 20/12/2022
    Comunicazione n. 7 del RUP - Sono pervenute da parte di un Operatore Economico le seguenti richieste: 1.Con riferimento ai Residence e Villaggi Vacanze presenti nei comuni di Campofelice di Roc-cella, Lascari e Pollina, siamo a chiedere il numero di utenze complessivo che possono alloggiare; 2.Altresì si chiede il numero di utenze presenti nelle aree extra urbane non coperte dalla raccolta porta a porta, distinto per il periodo ordinario e per il periodo estivo dei vari Comuni. In merito si comunica quanto segue: 1.Con riferimento al punto 1: Il Comune di Campofelice di Roccella ha comunicato che non risulta possibile fornire il numero esatto di utenze che le strutture extra alberghiere possono ospitare, proprio per il gran numero di residenze stagionali presenti sul territorio. Si rappresenta, ad ogni modo, che sul territorio comunale insistono n. 4 grandi strutture alberghiere di alto livello (4 - 5 stelle superior) che, da sole, registrano circa n. 245.000 presenze annue. A queste si aggiungono case vacanza, Bed & Breakfast, Residence e seconde case, abitate quasi esclusivamente nel periodo estivo, per le quali non è possi-bile fornire il numero esatto di presenze annue. Si riportano di seguito le presenze comunicate all'Ufficio Finanziario ai fini della riscossione della tassa di soggiorno dell'anno 2019 (ante pandemia COVID-19) per un totale di circa 250.000 presenze che, come detto, non sono da considerarsi esaustive per le motivazioni sopra riportate: Acacia Resort n. 64.590 Dolcestate Hotel n. 3.017 Dolcestate Residence n. 19.309 Himera Beach (oggi Playa Imera) n. 23.572 Royal Imera (oggi Palladium) n. 130.016 Fiori di Sicilia (v.le Cefalù) n. 239 Mare nostrum (via Madonnina di G.) n. 217 Paradise beach (via Madonnina di G.) n. 1.322 Perla del mare (via Lungomare) n. 531 Praia mare (c.da Solfarelli) n. 3.197 Roccella mare (via Lungomare) n. 1.863 Sikania (via Tempio della Vittoria) n. 2.123; Il Comune di Pollina ha comunicato che esiste un Villagio Vacanze Pollina Resort con numero di utenze complessive che possono alloggiare pari ad 800; Il Comune di Lascari ha comunicato che non sono presenti sul territorio Residence e/o Villaggi Vacanze, si conoscono una decina di piccole realtà ricettive identificabili come B&B o Case Vacanze; 2.Con riferimento al punto 2: Il Comune di Gratteri ha comunicato che le utenze (senza alcuna distinzione fra periodo ordinario e periodo estivo) presenti nelle arre extraurbane non coperte dalla raccolta porta a porta sono 92; Il Comune di Pollina ha comunicato che si effettua il servizio PORTA a PORTA per tutto l'anno anche per le aree extra urbane; Il Comune di Lascari ha comunicato che le utenze presenti nelle aree extra urbane sono pari a circa 650, di queste, nella zona a mare, sono coperte dal servizio porta a porta, circa 500, mentre le restanti circa 150 distribuite in forma sparsa sul territorio comunale, non sono coperte dal servizio de quo; Il Comune di Campofelice di Roccella ha comunicato che tutto il territorio comunale è coperto da servizio di raccolta porta a porta; Il Comune di Collesano ha comunicato che il numero di utenti fuori dal centro abitato non serviti dal servizio porta a porta ammontano a circa 400; Per il Comune di Isnello si rinvia a quanto descritto a pag.12 di 66 del Progetto Tecnico.
  • Pubblicato il 13/12/2022
    Comunicazione n. 6 del RUP - Sono pervenute da parte di un Operatore Economico le seguenti richieste: 1.nel progetto tecnico, a pag. 57, tra i servizi base da garantire vi è anche il servizio di trasporto e conferimento in discarica dei fanghi prodotti dall'impianto comunale di trattamento delle acque reflue escluso per il Comune di Lascari il quale ha dato in gestione l'impianto di depurazione; a tal proposito si chiede la quantità media annua di fanghi da trasportare e relativo codice EER, e numero medio annuo di trasporti; 2.in merito alla raccolta differenziata porta a porta si chiede di conoscere la tipologia di attrezzature in uso attualmente alle utenze per il conferimento dei rifiuti; distinte per utenza domestica e utenza non domestica; 3.in merito al criterio di valutazione n.2 per proposte migliorative aggiuntive rispetto alle prescrizioni minime previste dal progetto tecnico e dal capitolato speciale d'appalto e relativi allegati, si intenderanno quelle che apporteranno incrementi negli obiettivi di qualità e di quantità di raccolta differenziata e migliorativi rispetto a quelli minimi previsti dalla norma. Di ogni servizio migliorativo dovranno essere descritte ed evidenziate nell'offerta tecnica le caratteristiche e le modalità che concorreranno a migliorare i servizi. Costituiranno parametro di valutazione il numero e la tipologia delle migliorie proposte, la rilevanza dei servizi oggetto di appalto interessati dalle proposte di miglioramento, il livello di miglioramento dei servizi ed il livello di dettaglio del progetto di miglioramento. Le proposte migliorative devono essere esclusivamente attinenti al servizio oggetto del presente appalto, si chiede di chiarire come viene associato ai sub criteri di riferimento, dal momento che su tre sub criteri, due sono quantitativi e uno discrezionale ma relativo al numero degli addetti previsti per lo spazzamento manuale. 4.per quanto riguarda la presentazione della offerta tecnica, si chiede di chiarire se possono essere presentati allegati alla relazione oltre Duvri e Piano operativo della sicurezza, come ad esempio elaborazioni grafiche, schede tecniche per mezzi e attrezzature, nonché ogni altro documento atto a soddisfare le specifiche tecniche di cui al paragrafo 4.3 del D.M. 13.02.2014 Criteri ambientali minimi per l'affidamento del servizio di gestione dei rifiuti urbani richiesti al paragrafo 15 Contenuto della busta B offerta tecnica del disciplinare di gara. 5.Nel progetto tecnico a pag. 26 e 27, paragrafo 7 DIMENSIONAMENTO DEL SERVIZIO, sono indicate n. 3 unità di personale INTERCOMUNALE, di cui n. 2 di livello 3A e n.1 di livello 4B. Si chiede di chiarire in che quota ed in quali Comuni siano attualmente impiegati i suddetti operatori. 6.Nel progetto tecnico a pag. 20 per il Comune di Collesano viene indicata n. 1 Area di Raccolta da destinare ai residenti al di fuori del centro abitato, si chiede di indicare quante utenze sono interessate da tale servizio. 7.A pag. 58 del progetto tecnico si fa riferimento a cestini ed ecoisole in spiaggia; chiarire tipologia, numero, proprietà di tali attrezzature e se dovranno essere sostituite per il nuovo appalto. 8.Si chiede di definire lo standard di servizio per il comune di Pollina. In merito si comunica quanto segue: 1.Con riferimento al punto 1: Il Comune di Campofelice di Roccella ha comunicato che il servizio di trasporto e conferimento in discarica dei fanghi prodotti dall'impianto comunale di trattamento delle acque reflue è oggetto di altro appalto e pertanto, esula dall'affidamento di cui in oggetto; Il Comune di Collesano ha comunicato che l'impianto di depurazione è dato in gestione a società terza ragion per cui non è richiesto il servizio di trasporto e conferimento in discarica dei fanghi e dei vagli; Il Comune di Isnello ha comunicato che il servizio di trasporto e conferimento in discarica dei fanghi prodotti dall'impianto comunale di trattamento delle acque reflue è oggetto di altro appalto e pertanto, esula dall'affidamento di cui in oggetto. Il Comune di Pollina ha comunicato che ha esternalizzato il servizio di manutenzione e gestione degli impianti di depurazione di Pollina e Finale, ma ad ogni buon conto ha comunicato che il dato relativo all'anno 2021 dei fanghi del depuratore di Pollina è pari ad 9.160 Kg. Il Comune di Gratteri ha comunicato che la quantità media annua di fanghi da trasportare è pari a 3,1 tonnellate (codice CER 190805), il numero medio annuo di trasporti è pari a n.2. Il Comune inoltre ha comunicato che l'impianto produce un quantitativo medio annuo di Kg 400 di Residuo di vagliatura - codice CER 190801 - da smaltire in n. 1 trasporto annuo. 2.Con riferimento al punto 2: L'attrezzatura attualmente in uso è attrezzatura tipica per il servizio di raccolta differenziata porta a porta (secchielli, bidoni carrellati e cassonetti consegnati in base alla tipologia di utenza) maggiori informazioni possono essere acquisite nella fase di sopralluogo. 3.Con riferimento al punto 3: Il sub criterio 2.2 per errore è stato inserito nella colonna Punti D ma va inserito correttamente nella colonna Punti Q. 4. Con riferimento al punto n. 4: Si comunica che, come previsto dal Disciplinare di gara, a parte, potranno essere prodotti Duvri e Piano Operativo della Sicurezza, redatti secondo la normativa vigente e considerati comunque parte integrante dell'Offerta Tecnica, inoltre la Relazione deve rispettare i criteri dal punto di vista editoriale stabiliti a pagina 37 del Disciplinare di gara. 5.Con riferimento al punto 5: Si conferma che le 2 unità di personale livello 3 A sono impiegate attualmente nel cantiere di Collesano, Gratteri ed Isnello, l'unità di personale livello 4 B è attualmente impiegata nel cantiere di Pollina ed inoltre, come da Comunicazione del RUP n. 2, l'unità di personale livello 4 A è attualmente utilizzata nel cantiere di Campofelice di Roccella Lascari. 6. Con riferimento al punto 6: Il Comune di Collesano comunica che il numero dei residenti fuori centro abitato che conferiscono i rifiuti nell'Area di raccolta sono circa 400; 7.Con riferimento al punto 7: Le attrezzature installate ed in fase di installazione quali cestini ed ecoisole in spiaggia sono di proprietà dei Comuni. Non è prevista la loro sostituzione. Numero e tipologia potranno essere acquisite in fase di sopralluogo. Resta inteso inoltre che l'offerta dei concorrenti dovrà prevedere l'attivazione del servizio di "ecoisola mobile itinerante" e la sistemazione e la nuova realizzazione delle aree di raccolta e conferimento recintate, indicate nel computo come "ecoisola presidiata", e come meglio esplicitato alle pag. 57 e 58 del Progetto tecnico. 8.Con riferimento al punto n. 8: Si rinvia a quanto previsto a pagina 24 del Progetto tecnico.
  • Pubblicato il 13/12/2022
    Comunicazione n. 5 del RUP - E pervenuta da parte di un Operatore economico la seguente richiesta: Con la presente si chiede di << confermare che i requisiti di capacità tecnica e professionale, di cui all'art. 6.3 lettera e) del disciplinare di gara, con specifico riferimento alla popolazione di 19.935 abitanti, sono dimostrati anche come sommatoria della popolazione di più comuni serviti con più contratti diversi purché eseguiti nello stesso arco temporale e per un periodo continuativo di almeno 12 mesi >>. Rimaniamo in attesa di un vostro riscontro. In merito si comunica quanto segue: Non si conferma quanto da Voi asserito, in quanto il requisito di capacità tecnica professionale derivante dal punto 6.3 lettera e) del Disciplinare di gara, riguardante l'esecuzione, negli ultimi tre anni precedenti alla data di pubblicazione del relativo bando di gara (2019, 2020 e 2021), di almeno un servizio analogo a quello oggetto della presente procedura d'appalto (attività di gestione del servizio pubblico di raccolta rifiuti, trasporto ed altri servizi d'igiene urbana per conto di Enti Locali), svolto in un Comune e/o comprensorio avente una popolazione residente complessivamente servita pari ad almeno n° 19.935 abitanti residenti, per un periodo continuativo di al-meno 12 mesi, si riferisce al servizio svolto in un Comune o in un comprensorio di più Comuni sottoposti alla disciplina di un unico contratto o accordo quadro.
  • Pubblicato il 07/12/2022
    Comunicazione n. 4 del RUP - Sono pervenute da parte di un Operatore Economico le seguenti richieste: 1.In merito al criterio di valutazione n.11 varianti migliorative: individuazione di siti per Centri di Raccolta idonei e/o soluzioni alternative agli stessi mediante redazione della progettazione, si chiede di chiarire come viene attribuito il punteggio, ossia se il punteggio viene assegnato per la sola individuazione di siti idonei per Centri di Raccolta o se bisogna presentare anche la progettazione degli stessi, specificare inoltre se per centri di raccolta si intendono quelli ai sensi dell'ex Dm 08/04/2008 o van-no bene anche normali piazzole ecologiche. 2. In merito alle forniture poste a carico dell'appaltatore di cui allart.21 del capitolato speciale d'appalto obblighi dell'appaltatore si chiede un chiarimento. Nello specifico, delle forniture che si riepilogano di seguito non si evince la relativa quantificazione economica: o Sacchi da 30 lt compostabili per utenze domestiche; o Contenitori per abiti usati o Cassonetti stradali. Inoltre, si chiede conferma che i cassonetti stradali a cui si fa riferimento siano quelli previsti per le stazioni ecologiche. In merito si comunica quanto segue: 1.Con riferimento al punto 1: Ove ritenute necessarie rispetto al progetto offerto, vanno individuate soluzioni per lo svolgimento del servizio, da integrarsi con la raccolta differenziata porta a porta, in grado di dare la possibilità all'utenza di conferire autonomamente e in maniera differenziata i propri rifiuti. Pertanto, potranno essere individuati sia siti per centri di raccolta da autorizzare ai sensi dell'ex DM 08/04/2008, di cui deve essere fornita la necessaria progettazione secondo i livelli previsti dalla normativa per la realizzazione, ovvero soluzioni alternative quali piazzole ecologiche ed isole ecologiche itineranti. Il punteggio verrà attribuito in ragione dell'esercizio della discrezionalità spettante al-la Commissione giudicatrice. 2.Con riferimento al punto 2: Nel Capitolo 7 del Progetto tecnico (Dimensionamento del servizio) viene fornita ai concorrenti una valutazione delle risorse minime necessarie in termini di uomini, mezzi ed attrezzature. L'articolo 21 del Capitolato Speciale d'Appalto (Obblighi dell'appaltatore) prevede che dovranno essere fornite, consegnate e posizionate tutte le attrezzature previste nel Progetto Offerta, il quale, in base a quanto offerto, conterrà la quantificazione economica richiesta. Infatti, l'elencazione delle attrezzature di cui all'art. 21 è meramente esemplificativa. Inoltre, si rinvia al sub criterio di valutazione 2.3 del Disciplinare di gara che prevede l'assegnazione di un punteggio per ulteriore fornitura di attrezzatura all'utenza in sostituzione di quella già in uso (oltre il 20% dell'utenza già previsto nel progetto tecnico).
  • Pubblicato il 29/11/2022
    Comunicazione n. 3 del RUP - Si comunica che per mero errore di impaginazione nella pagina n.27 di 66 del Progetto Tecnico nella tabella COMPUTO FORZA LAVORO MEDIA COMUNI DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA LASCARI non è stato riportato l'ultimo rigo contenente le seguenti informazioni di n. 1 unità di personale: Centro di Costo: Intercomunale; Profilo e/o qualifiche: impiegati aziende municipalizzate Categoria: 4 A; Euro/anno: 43.559,66. Il suddetto importo di euro 43.559,66 è già compreso nell'importo annuale del quadro economico Costo del Personale di euro 1.823.272,60.
  • Pubblicato il 29/11/2022
    Comunicazione n. 2 del RUP - Sono pervenute da parte di alcuni Operatori Economici richieste di sopralluogo. In merito si precisa quanto segue: Il sopralluogo nelle aree di svolgimento del servizio è obbligatorio, tenuto conto che è necessario che le offerte vengano formulate, ai sensi dell'art. 79, comma 2 del Codice, soltanto a seguito di una visita dei luoghi e delle aree e attrezzature messe a disposizione per l'esecuzione del servizio. La mancata effettuazione del sopralluogo è causa di esclusione dalla procedura di gara. Il concorrente, a seguito del sopralluogo effettuato, dovrà dichiarare di essere perfettamente edotto e di non avere pertanto alcun dubbio o perplessità, ai fini della formulazione della propria offerta, sulla consistenza del territorio ove dovrà svolgersi il servizio, sulle attrezzature e sulle dotazioni che saranno conferite in comodato. La mancata allegazione della dichiarazione della presa visione dei luoghi in cui deve essere eseguita la prestazione è sanabile mediante soccorso istruttorio ex art. 83, comma 9 del Codice. Non è previsto il sopralluogo congiunto con la Stazione appaltante.
  • Pubblicato il 24/11/2022
    Comunicazione n. 1 del RUP - Si comunica che nei documenti di gara è stato indicato per mero errore l'importo del contributo ANAC di 500,00, in effetti l'importo corretto del contributo ANAC ammonta ad 200,00.

Elenco bandi di gara

All'interno di questa sezione è possibile consultare i bandi di gara secondo i tempi previsti dalla normativa dei contratti.
L'obbligo di pubblicazione dei bandi di gara è previsto dall'art. 29 del D.Lgs. 50/2016.
I dati di dettaglio delle procedure pubbliche sono consultabili selezionando il collegamento "Visualizza Scheda".
Sezione Criteri di ricerca
(gg/mm/aaaa)
(gg/mm/aaaa)
CONTENUTO AGGIORNATO AL 03/02/2023
La ricerca ha restituito 6 risultati.
COMUNE DI SIRACUSA
Progettazione ed esecuzione dei lavori di Manutenzione ed efficientamento energetico di immobili comunali di edilizia residenziale pubblica siti in largo Luciano Russo e via don Luigi Sturzo, quartiere Grottasanta, Siracusa
Lavori
9.048.689,40 €
30/12/2022
06/02/2023 entro le 12:00
G00522
In corso
PROVINCIA REGIONALE AGRIGENTO
LAVORI RELATIVI AGLI INTERVENTI DI ADEGUAMENTO ANTISISMICO,IMPIANTISTICO E FUNZIONALE NEL LICEO SCIENTIFICO "LEONARDO" DI AGRIGENTO. EDIFICIO SCOLASTICO CODICE ARES 0840011540 (ED. B) - CODICE ARES 0840011541 (ED. A). INTERVENTO FINANZIATO NELL'AMBITO DEL PIANO NEXIT GENERATION EU.
Lavori
5.460.622,47 €
23/12/2022
08/02/2023 entro le 23:59
G00487
In corso
REGIONE SICILIANA
PROCEDURA APERTA PER LAPPALTO INTEGRATO DI PROGETTAZIONE DEFINITIVA, PROGETTAZIONE ESECUTIVA, COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE DEI LAVORI PER LA DECARBONIZZAZIONE DEL SISTEMA PORTUALE SICILIANO PORTO DI SIRACUSA SULLA BASE DEL PROGETTO DI FATTIBILITA TECNICA ED ECONOMICA
Lavori
13.304.945,52 €
30/12/2022
14/02/2023 entro le 23:59
G00527
In corso
AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI SAN GIOVANNI LAPUNTA
Lavori di riqualificazione urbana delle Piazze Regina Elena e Trappeto PNRR MISSIONE 5 COMPONENTE 2 INVESTIMENTO 2.1 RIGENERAZIONE URBANA
Lavori
1.171.436,08 €
27/01/2023
20/02/2023 entro le 13:00
G00530
In corso
COMUNE DI PALERMO
APPALTO INTEGRATO NUOVE LINEEE TRANVIARIE DELLA CITTA' DI PALERMO TRATTE A, B, C STRALCIO FUNZIONALE I.1
Lavori
110.804.525,13 €
30/12/2022
23/02/2023 entro le 13:00
G00521
In corso
COMUNE DI PALERMO
PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO- PROJECT FINANCING- PROGETTAZIONE DEFINITIVA ED ESECUTIVA, REALIZZAZIONE E GESTIONE DI N. 7 PARCHEGGI SITI NEL COMUNE DI PALERMO. Gara suddivisa in lotti
Servizi
412.113.965,25 €
27/12/2022
16/03/2023 entro le 13:00
G00486
In corso

[ Torna all'inizio ]